Alla luna (lipogramma in O)

Mia splendida luna, pensa…

un’annata è già passata su questa duna

da che venni, inquieta, a rimirarti

e tu pendevi in quell’istante sulla selva

tal quale attualmente fai, che tutta la rischiari.

Ma la tua immagine appariva

tremula ed annebbiata

per le lacrime fluite in su le ciglia,

perché travagliata era mia vita

ed è, né cambia stile

mia diletta luna. Eppur mi dà pace

il rammentare e numerare gli anni

della mia mestizia. Ah quant’è apprezzabile

in tenera età, in cui la speranza

ha lunga strada avanti a sé

ed alle spalle breve è la reminiscenza,

il rimembrar delle passate vicende,

anche se tristi e l’infelicità permane.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...