Lockdown

Non c’è giustizia.

Devo starmene qui, accontentarmi della fragranza del rosmarino e sperare nel passaggio di qualche anima buona per una carezza di conforto.

Beati i tempi in cui i padroni facevano a gara per essere loro, grazie a me, a poter mettere il naso fuori casa.

Poi ci si è messo di mezzo il sindacato a protestare per un ipotetico maltrattamento della razza canina. Sarà sicuramente colpa dei pechinesi, insulsi e pigri cani da salotto, che pur di eliminare l’eccesso di uscite hanno scelto la via dell’opposizione dura e dell’isolamento totale.

Ma a me il sole a scacchi non è mai piaciuto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...