Nella nebbia d’ottobre (lipogramma in E)

BRUMA OTTOBRINA

Bruma ottobrina

trascolora in rosa il rosso.

Pari al rostro sotto l’ala,

avvolto dall’intimo calduccio,

il cor privo di un domani,

ampio, dal battito profondo,

sta raccolto,

gonfio, assorto,

lo sguardo all’attiguo.

Scorrono lucciconi, dolci,

si domanda quando all’oblio

donò tant’armonia a lui intorno.

Versione originale di Juan Ramon Jimenez

Nella nebbia d’ottobre

tutto il rosso è rosa.

Con il becco sotto l’ala,

avvolto nel suo stesso tepore,

il cuore senza un orizzonte

grande, come il suo battito profondo,

si chiude in sé

e medita, raccolto e gonfio,

sul prossimo.

E piange, dolce,

di aver dato all’oblio

tanta bellezza prossima.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...